CASTELLO DI SAN MICHELE

Un po’ di storia
Il Castello di San Michele è situato sull’omonimo colle, oggi circondato da una notevole quantità di costruzioni, ma un tempo isolato nel territorio nordoccidentale esterno a Cagliari. I recenti scavi hanno riportato alla luce i resti di una chiesa alto-medioevale, sulla quale sorse il castello, munito di torri e fossato, dopo la conquista degli Aragonesi, a partire dalla prima metà del sec. XIV. Il complesso fortificato ebbe poi notevoli rimaneggiamenti anche per le necessità difensive e per l’adeguamento delle mura all’evoluzione delle tecniche di guerra. Nella storia dell’edificio il periodo più importante e ricco di documentazione è forse il Quattrocento, quando fu utilizzato anche come abitazione dalla famiglia Carroz, alla quale è legata indissolubilmente la sua vicenda. Abbandonato e progressivamente decaduto, il castello fu usato come lazzaretto durante la peste “di Sant’Efisio” (1652-1656), e nuovamente fortificato in occasione degli attacchi francesi del Seicento e del Settecento. Usato come caserma nel primo Ottocento, fu cancellato dall’elenco delle fortificazioni nel 1867 per essere venduto al Marchese Roberti di San Tommaso, che lo fece restaurare e fece rimboschire parte del colle con pini d’Aleppo. Nel XX secolo fu occupato dalla Marina Militare e utilizzato anche durante la seconda guerra mondiale (stazione radio). Negli anni Settanta fu sdemanializzato fino a passare allo Stato e al Comune che a partire dal 1985 promossero un intervento F.I.O. (Fondo di Investimento per l’Occupazione). Oggi il Castello, aperto al pubblico nel 2001, conserva le tre torri e la cortina muraria, circondata dal fossato, ma ha subito una profonda trasformazione con strutture di acciaio e policarbonato, che hanno interamente occupato la parte interna dell’edificio.

Da residenza nobiliare a stazione radio militare il Castello non ha perso il suo fascino, arricchito e circondato da un grande parco. Dal 2005 il Castello di San Michele è divenuto centro d’arte polivalente, sede di alcune delle manifestazioni artistiche più importanti degli ultimi anni.

La società Sirai, per conto del Consorzio Camù, gestisce Il Centro Comunale d’Arte e Cultura Castello di San Michele, sito di interesse e rilevanza nazionale per cui cura in particolare i servizi di accoglienza, biglietteria, allestimenti, comunicazione, promozione e didattica.

Calendario

<< Luglio 2020 >>
lmmgvsd
29 30 1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31 1 2

Eventi

Informazioni

Orari di apertura

A partire da venerdì 3 luglio il Castello di San Michele osserverà i seguenti orari: dal martedì al venerdì dalle 16 alle 21, sabato e domenica 10-13/16-21. Chiuso il lunedì.

Prenota preferibilmente prima i tuoi biglietti via mail scrivendo a castellosanmichele@consorziocamu.it o telefonando ai numeri 070 15240479 – 346 6673657

Indirizzo
Via Cinquini s.n. 09121 Cagliari

Contatti e noleggi
Responsabile centro Marcella Ortu
Tel. 070 15240479 – 346 6673657
castellosanmichele@consorziocamu.it

Accessibilità
Le persone con disabilità motoria possono accedere al colle in auto fino al parcheggio superiore

Biglietti
Intero: 3 €

Ridotto: 2 € (over 65 e studenti muniti di documento)

Gratuito: bambini fino a 7 anni, disabili

Per scolaresche e visite guidate (minimo 10 persone – max 15 se componenti dello stesso nucleo familiare): 2 € solo su prenotazione

Come raggiungere il castello
Il castello è situato nel quartiere Is Mirrionis e raggiungibile con il trasporto pubblico CTM con la linea 5/11 (capolinea Parco San Michele)

Comunicazioni

ACCEDI ALLA SEZIONE NOLEGGI

Il Castello di San Michele dispone di una sala conferenze, due sale espositive, una piccola sala ad uso promozionale. La struttura è circondata da un ampio spazio all’aperto da cui è possibile ammirare la spettacolare vista della città di Cagliari e del suo hinterland.

ATTENZIONE: i noleggi possono essere pagati anche in SARDEX!

Punto di ristoro

Il servizio ristorazione non è al momento attivo.

Menu